Voci Siciliane

SPEDALE MARIO SPEDALE MARIO Pubblicato il 30/01/2011
Nel mese di luglio del  2005, mi trovavo in America  e precisamente a

Nel mese di luglio del 2005, mi trovavo in America e precisamente a

Nel mese di luglio del 2005, mi trovavo in America e precisamente a Baton Rouge. L’amico che mi ospitava, nato e cresciuto ad Alia ma cittadino Americano da circa cinquanta anni, mi fece conoscere “ assarca “ . Io capii subito che quel sito, pensato e realizzato in maniera intelligente, era un cordone ombelicale che univa gli aliesi nel mondo al proprio paese di origine. Interpretando il pensiero dei suoi ideatori, capii che assarca doveva dare emozioni, sensazioni forti a tutti quelli che lo frequentavano. Gli Aliesi nel mondo dovevano provare emozioni guardando le “foto dei Concittadini nel mondo“, dovevano provare emozioni passeggiare per le via del paese guardando i “ Video racconti” o le” foto racconti“ o leggendo le notizie, proverbi, l’arte e cultura della propria cara Sicilia. Il sito doveva parlare un linguaggio semplice, di cose semplici, rivolto a tutti, persone colte e meno colte. Gli aliesi nel mondo, si dovevano sentire ancora facente parte della grande famiglia d’origine, pur facente parte attiva della comunità di residenza. Io ho ritenuto che qualunque argomento trattato, doveva avere dei riferimenti ben precisi con il paese di origine o con il paese di residenza, coinvolgendo tutti noi “ paisani “ nel grande amore che abbiamo per il nostro bel paese. Il resto si può cercare navigando su Internet o consultando le vecchie Enciclopedie.

Alia - Viste 1679 - Commenti 0