Notizie della Sicilia

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
CONCIALDI RINO CONCIALDI RINO Pubblicato il 19/02/2009
Gangi: Temperature a picco nelle prossime ore sulle Madonie

Gangi: Temperature a picco nelle prossime ore sulle Madonie


(*az*) Temperature a picco nelle prossime 36 ore sulle Madonie ed alto ? il rischio di nuove precipitazioni nevose. E mentre i titolari e gestori di strutture ricettive e della stazione sciistica di Piano Battaglia gioiscono, la preoccupazione fra gli amministratori locali per i possibili e consequenziali
disagi ? elevata. Frane, smottamenti, caduta massi stanno mettendo a dura prova la macchina organizzativa d?emergenza di ogni Comune madonita.
Grave la situazione a Pollina dove ieri, con una disposizione di urgenza, l?Anas, dopo un briefing con il sindaco Giuseppe Sarrica, ha interdetto il traffico sulla strada statale 113, dal bivio di Castelbuono alla diramazione di Pollina. ?Un
provvedimento necessario ? afferma il primo cittadino Giuseppe Sarrica ? arrivato dopo aver attivato il Coc della protezione civile ed informato la Prefettura e la Protezione civile regionale?. Ieri i funzionari comunali e dell?Anas hanno effettuato un sopralluogo. Ma la decisione di chiudere al traffico la statale ? stata confermata. ?Ora spetta alla Protezione civile regionale e all?Anas stessa prevedere una serie di interventi per la messa in sicurezza
dell?arteria ? dice Sarrica -. Ciò appare impellente alla luce dei disagi che la chiusura del tratto provocherà ai pendolari ed ai residenti?. Chi viaggia sulla  Palermo-Messina e dovrà raggiungere Pollina sarà costretto a proseguire
fino allo svincolo di Tusa ovvero a percorrere le strade provinciali già pesantemente colpite dagli smottamenti.
A San Mauro Castelverde una frana ha
colpito la strada provinciale 52, all?altezza del chilometro 28,900, mentre sulla Sp 60 al chilometro 15,900 sono caduti sulla carreggiata una notevole quantità di fango e massi. A Gangi, il sindaco Giuseppe Ferrarello ha formalizzato con un delibera di giunta municipale la richiesta al Governo
nazionale e regionale dello stato di calamità naturale. ?Notevoli i danni causati dalle intense precipitazioni registrate durante il trimestre novembre-gennaio ? spiega Ferrarello ? con particolare riferimento alla viabilità?.
Disagi, infine, anche a Geraci Siculo dove ? ancora impossibile, soprattutto per i mezzi pesanti, transitare sulla statale 120 verso Castelbuono e in direzione della A 20  Palermo-Messina. Anche il primo cittadino Bartolo Vienna e
il consiglio comunale hanno chiesto ufficialmente l?intervento dello Stato.
Antonello Zimbardo

Gangi - Viste 1473 - Commenti 0